Archivi tag: ridere

Una vergine e francesca

tumblr_mg6j0eZrJk1s1zkg4o1_500

Caro lettore,

Stamattina CJ era in ritardo e quindi ha saltato la colazione (il bicchiere d’acqua di ieri le dev’essere andato proprio di traverso), così sono entrata da sola al bar trovando più gente di ieri e un frizzante Alphie..

“è che prima mi sono bevuto un bicchiere d’acqua gasata! L’hai capita? no eh…”

Ho riso lo stesso, ero allegra oggi.

Dopo avermi servito il mio caffè Alphie si dà alla canzone…

” Like a Viiiirgin….”

Hì!

Dovevo dare il mio contributo in qualche modo, no?

Solo che poi mi ha fatto ripetere il duetto all’ingresso di ogni cliente! Dopo un po’ anche dire “Hì!” diventa imbarazzante!

Una volta preso posto in classe, CJ mi ha raggiunta raccontandomi di essere finita contro un ponteggio, dopodiché abbiamo scoperto innumerevoli qualità della mia cara amica, CJ può: (please don’t try this at home)

1.girarsi un braccio a 360′

2.piegare la lingua in 2.

3.toccarsi il mento con la lingua

4. fare onde con la lingua

5.leccarsi il gomito (voglio una standing ovation da parte vostra.)

Dopo tutte queste performance mi sono immaginata lei allo specchio che, prima di cominciare i ritocchi mattutini,si lava la faccia con la lingua compiendo un unico giro completo…

Il resto del divertimento è arrivato durante la successiva lezione, dovete sapere che il Sauassero ha una fantastica memoria visiva e si ricorda il nome di una persona subito… oggi però ha fallito..

“Francesca tu cosa ne pensi?”

Nessuno reagisce.

“Non sei tu Francesca?”

“No. Io sono Martina”

Reazione di CJ

” Ti stai sbagliando chi hai visto non è… non è Francesca…”

N.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , ,

Sventure al bar: Day 1

20121211-022327 PM.jpg

Caro lettore, oggi ti presento CJ, la mia compagna di sventure universitarie che oggi è stata fonte inesauribile di ispirazione.
Per mia disgrazia, o per tremenda fortuna del mio ragazzo, ho la voce bassa, roca al che , appena entrate nel solito bar, il cassiere mi fa “hai perso la voce?” E io, reduce da un sacco di domande di questo tipo, ho risposto “sisi, mi sono raffreddata a Londra…” E lui “ti sta benissimo!” Al che mi sono gasata!
Oggi stesso bar, stesso cassiere, stessa compagna di sventure.. Avendo capito che avrei frequentato il solito posto almeno per i prossimi sei mesi, non so perché mi è venuta un botta di onestà e ho pensato di dovergli dire la verità… (Anche perché se mi dici che il tono basso mi sta bene, io mi carico!) dato che continuava a chiedermi come stesse la mia gola…
CJ: dobbiamo dirti un segreto…
B:ma i segreti non si dicono…
CJ: ma così non ti fai più figure di merda…
*barista nel panico che si gira di scatto con gli occhi spalancati e molla tutti i caffè*
Mi guarda tutto serio e mi fa
“sei trans?”
Mi sono fatta una sana, grassa risata…
“No è che parlo sempre così…e poi ieri mi hai detto che stavo bene… Non so più a cosa credere..”
Dopodiché caffè, brioche, succo di frutta..ci alziamo e andiamo a pagare, mossa da non so quale tipo di curiosità CJ decide di buttarsi e chiedere:
“Come ti chiami?”
B:”Alfredo.”
CJ:”… Ma smettila!!!”
*barista sconcertato rimane in silenzio basito…*
CJ uscita dal bar per vergogna verso se stessa torna dentro e gli chiede
“No dai davvero, come ti chiami?”
B:” Luca, mi chiamo Luca…”
Secondo me si chiama Alfredo e si è offeso.
A domani la prova per capire come si chiami veramente… Stay Tuned!
N.

Contrassegnato da tag , , , , ,