Archivi tag: #profumo

Disperazione alla fragola

Caro lettore, per oggi un titolo sdolcinato per cui i già pochi uomini che mi seguono allontaneranno il viso dallo schermo con una smorfia e quel leggero moto di schifo che ti prende lo stomaco; ma è stata una giornata strana e mi serviva un titolo altrettanto singolare, quindi perdonatemi…

Stamattina, me tapina, ero da sola a fare colazione, entro al bar e c’era un silenzio surreale, il solito DVD del concerto di Lady GaGa a New York aveva un volume troppo basso per i miei gusti: se il rumore che sento di solito è solo prodotto dal casino che facciamo io e CJ, allora abbiamo un problema, non solo perché disturbiamo la quiete pubblica, ma perché a questo punto sento le voci.

Mi avvicino al bancone, ordino e dico ad Alphie “Ma che silenzio c’è oggi?”

“Eh… stai zitta,no?”

Lo amo.

Poi se n’è andato non so in quale meandro del locale cantando So happy I could die ed è tornato con gli occhi lucidi…

nini… chissà cosa gli è successo…

“Ho solo sonno…” sì sì, tutte le donne dicono così…

Dopodiché vado a lezione e, essendo sola, cerco una compagna per le prossime 2 ore, la trovo, la individuo, le faccio segno di avvicinarsi e poi un terrificante pensiero nasce nella mia mente… era la stessa che qualche giorno prima aveva il famoso profumo all’ano di unicorno (odori-molesti), non potevo più tornare indietro.

Si avvicina a me ed oltre a sapere di zucchero filato e macedonia sapeva anche di fumo, davvero un bell’inizio di giornata. Mi sono presa il naso tra le mani e ho cominciato a respirare l’odore della mia crema, in mancanza di un sacchetto di carta per cercare di calmarmi…

Volevo quasi farle qualche domanda…

mi vedevo già la scena…

“Che profumo usi? Ma soprattutto perché?

Cavoli, non te l’ha mai detto nessuno che esageri? non lo senti? Quando l’hai scelto a cosa pensaviIlluminami!

Ho solo avuto la forza, in preda a mal di testa e nausea (dev’essere una tipologia di profumo woodoo per risucchiarti le energie) di mandare un messaggio a CJ pieno di disperazione, mi sono calmata quando ho letto: Dai che arrivo! 🙂

Sì ti prego salvami, porta degli Air Action Virgosol e stendiamola con lo scoiattolo che spero salti fuori dalla scatola!

tumblr_mde8dv0wGh1rgsnf0o1_500

N.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , ,

Odori molesti

tumblr_meoi5clZB71qldrydo1_500

Come già detto nel post di prima, CJ oggi è stata una fonte inesauribile di ispirazione, le nostre disavventure infatti non si sono concluse al bar (per maggiori informazioni consultare “Sventure al bar: Day 1).

Dopo la nostra ricarica di caffeina ci dirigiamo verso l’aula per assistere alla lezione di sociologia, dopo un po’ CJ si gira verso di me con un’espressione strana e mi dice “ma lo senti quest’odore? questo profumo nauseante? chi è? chi cavolo è? che profumo di merda…”

Morale, dopo qualche minuto il mal di testa è venuto anche a me, cara sconosciuta, o caro sconosciuto, sappi che i profumi della Malizia all’ano di unicorno non vanno più di moda, quindi…risparmiaci!

Ben contente della fine della lezione di siamo dirette verso la seconda aula per la lezione successiva, prendiamo posto e cominciamo ad ascoltare ciò che l’erudito professore ha da trasmetterci, dopo qualche nano secondo rivedo la stessa faccia preoccupata di CJ di prima, unica differenza: è paonazza di rabbia: scoppio a ridere per partito preso, poi le chiedo cosa non vada…

“Questo qua davanti puzza di sudore in una maniera allucinante…”

Il signorino alza l’ascella e mi rendo anch’io conto del problema, comincio a ridere, cosa che mi permette involontariamente di smettere di respirare e salvarmi. Dopo un’ora di profonda agonia durante la quale la mia compagna di sventura non riscontra nemmeno un briciolo della mia solidarietà poiché continuo a scompisciarmi, la vedo tirare fuori dalla borsa delle diplomatiche caramelle alla violetta con la palese idea riflessa negli occhi lucidi di ficcarsene una per narice e smettere di soffrire.

Finita la lezione, non finisce il casino…

Le donne,specialmente CJ dopo 4 ore di lezione hanno l’impellente necessità di andare in bagno e fare la coda.

L’unico pensiero a cui riesce a dar voce la mia compagna di sventure è “Se ci sono odori schifosi anche qui impazzisco.”

Dal bagno occupato: *Prrrr*

Guardo CJ che prima esclama “eh…” poi diventa di nuovo paonazza, io al solito scoppio a ridere, dopo qualche nanosecondo sento una porta sbattere: CJ non ce l’ha fatta: è andata nel bagno degli uomini.

Contrassegnato da tag , , , , , , , ,
Annunci