Archivi tag: #alfredo

Alphie-tigna e CJ

Caro lettore,

sono quasi felice, anzi felice di aver ripreso le lezioni,visto che a casa non sapevo più che fare e i miei sono tornati dalle vacanze come un tornado distruggendo il mio noioso angolo di paradiso…

Così stamattina solito bar e solita compagna di sventure, ho aspettato CJ nonostante fossi al freddo e in anticipo per fare un’entrata trionfale da Alphie.

Così apriamo la porta vetro e dentro troviamo il deserto dei Tartari “Ma è venuto qualcuno in questi giorni?”

“Ma va! Per vedere la morte dovevate venire in Via Verdi, mi faceva ciao con la manina tutte le mattine.”

Dopodiché ho fatto una, come si dice in gergo, stronzata: la mia colazione si è composta di un cornetto al cioccolato e un marocchino: caffè macchiato e nutella, non so come mai io non sia riuscita a camminare sui muri con tuttI questi zuccheri, giuro di averci pensato e seriamente anche.

Qualche ora dopo ho solo esclamato “…troppo cioccolato…” senza riuscire a riprendermi dalla narcosi.

CJ però oggi non ha avuto uno dei suoi giorni migliori, o meglio sembra aver cambiato idea su Alphie che è diventato una put…ehm…cortigiana.

Ci avviciniamo alla cassa per pagare ma soprattutto per farci fare un altro preziosissimo buco sulla nostra tessera dei caffè: prima o poi arriveremo a quello stronzo gratis, me lo sento!

E CJ quando sta per pagare fa “dammi anche un bicchiere d’acqua.”

Bene al conto si sono aggiunto 80 centesimi

1. siamo qui tutte le mattine e a giudicare dal movimento di stamattina stai vivendo di rendita per i caffè che abbiamo preso prima, quindi chiudi un occhio.

2. facciamo 2 conti: 80 cent per un bicchiere d’acqua presa da una bottiglia che al supermercato costa 2 euro, tu che hai un bar la paghi MOLTO meno, capisco il guadagnarci, ma questo è LUCRARE che è uguale ma ha un suono più cattivo.

Quando siamo tornate lì per pranzo CJ si è limitata a guardarlo male, non credo che la reginetta abbia capito…

Dopodiché, parte migliore della giornata CJ è impazzita, ha cominciato a farsi foto puerili col mio telefono (che linguaggio forbito oggi ragazzi…sarà la troppa nutella…)

IMG_0765

 

Questa è una.

Ce ne sono altre 15.

Anche peggiori.

Che il mio ragazzo non se la prenda se metto lei sul mio desktop, sarebbe un risveglio un po’ più allegro ogni mattina. no?

 

N.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , ,

Disperazione alla fragola

Caro lettore, per oggi un titolo sdolcinato per cui i già pochi uomini che mi seguono allontaneranno il viso dallo schermo con una smorfia e quel leggero moto di schifo che ti prende lo stomaco; ma è stata una giornata strana e mi serviva un titolo altrettanto singolare, quindi perdonatemi…

Stamattina, me tapina, ero da sola a fare colazione, entro al bar e c’era un silenzio surreale, il solito DVD del concerto di Lady GaGa a New York aveva un volume troppo basso per i miei gusti: se il rumore che sento di solito è solo prodotto dal casino che facciamo io e CJ, allora abbiamo un problema, non solo perché disturbiamo la quiete pubblica, ma perché a questo punto sento le voci.

Mi avvicino al bancone, ordino e dico ad Alphie “Ma che silenzio c’è oggi?”

“Eh… stai zitta,no?”

Lo amo.

Poi se n’è andato non so in quale meandro del locale cantando So happy I could die ed è tornato con gli occhi lucidi…

nini… chissà cosa gli è successo…

“Ho solo sonno…” sì sì, tutte le donne dicono così…

Dopodiché vado a lezione e, essendo sola, cerco una compagna per le prossime 2 ore, la trovo, la individuo, le faccio segno di avvicinarsi e poi un terrificante pensiero nasce nella mia mente… era la stessa che qualche giorno prima aveva il famoso profumo all’ano di unicorno (odori-molesti), non potevo più tornare indietro.

Si avvicina a me ed oltre a sapere di zucchero filato e macedonia sapeva anche di fumo, davvero un bell’inizio di giornata. Mi sono presa il naso tra le mani e ho cominciato a respirare l’odore della mia crema, in mancanza di un sacchetto di carta per cercare di calmarmi…

Volevo quasi farle qualche domanda…

mi vedevo già la scena…

“Che profumo usi? Ma soprattutto perché?

Cavoli, non te l’ha mai detto nessuno che esageri? non lo senti? Quando l’hai scelto a cosa pensaviIlluminami!

Ho solo avuto la forza, in preda a mal di testa e nausea (dev’essere una tipologia di profumo woodoo per risucchiarti le energie) di mandare un messaggio a CJ pieno di disperazione, mi sono calmata quando ho letto: Dai che arrivo! 🙂

Sì ti prego salvami, porta degli Air Action Virgosol e stendiamola con lo scoiattolo che spero salti fuori dalla scatola!

tumblr_mde8dv0wGh1rgsnf0o1_500

N.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , ,

Tra Sauasseri, Lupi e fidanzati

Caro lettore, oggi è stata una giornata piena di rivelazioni, fin dalla mattina.

Appena io e CJ abbiamo finito di sorseggiare il nostro marocchino (grande rivoluzione, perché di solito ci diamo a caffè e succo alla pesca), ci siamo dirette verso la cassa per saldare il nostro debito giornaliero, una volta lì sentiamo “Ehi Luca!” CJ si gira spaesata cercando chi rispondesse a questo nome mentre Alphie, il nostro amato barista si gira con non chalance e risponde… Al che, un po’ stranite dall’accaduto chiediamo ad Alphie “Ma scusa, quindi ti chiami veramente Luca?” “Certo, ve l’ho anche detto…” Shock anafilattico.

Flashback per gli assenti alla lezione precedente:

[…]Mossa da non so quale tipo di curiosità CJ decide di buttarsi e chiedere:
“Come ti chiami?”
B:”Alfredo.”
CJ:”… Ma smettila!!!”
*barista sconcertato rimane in silenzio basito…*
CJ uscita dal bar per vergogna verso se stessa torna dentro e gli chiede
“No dai davvero, come ti chiami?”
B:” Luca, mi chiamo Luca…”
Secondo me si chiama Alfredo e si è offeso.

E da quel momento abbiamo continuato a chiamarlo Alfredo senza porci il benché minimo problema… figuraccia. Per diversi giorni.

Sapendo (erroneamente) che il barista si chiamasse Alfredo, non ero stupita dal fatto che il faicaffè si potesse chiamare Lupo, ma abbiamo comunque deciso di verificare…

“Scusa, tanto per sicurezza… tu ti chiami Lupo?”

“No, Fabrizio.”

“Ma lui ti chiama Lupo…”

“Sì, mi chiamano Lupo perché sono tutto peloso.”

Grazie. Dopo questa tua dichiarazione la mia maggior ambizione sarà riuscire a venire a letto con te…

Passando avanti, con l’immagine di Lupo che, cavoli, non sembra voler cedere a sbiadirsi oggi voglio presentarvi un nuovo essere mitologico, dopo lo Struzzavolo arriva il Sauassero.

Il Sauassero, per precisione è il mio esimio professore di economia, a mio parere un genio, ma è uno di quei geni, grazie al cielo, convinti che la lezione vada sdrammatizzata con qualche battuta qua e là, ma noi sappiamo già quando sta per sparare una delle sue perle perchè prima di enunciarla gonfia il suo petto come un piccolo passerotto che ha adocchiato una mollica di pane e cerca di spaventare il più imponente piccione; inoltre un sorriso storto gli si disegna sulla faccia, aspettandosi che tutti ridano,ma a partecipare rimangono puntualmente solo grilli e balle di fieno che rotolano nel silenzio… Mentre lui ignaro e pettoruto continua a sorridere…storto.

La giornata però non si conclude qui, ti avevo avvertito: una giornata densa.

Durante la pausa pranzo decido di andare con CJ da Tally Weijl (viva la pubblicità agggratis) per provare un vestito che volevo comprarmi per capodanno; arrivo, entro, lo trovo e scopro che è anche scontato del 50%  giornata fortunata, mi dico, allora vado in camerino e lo provo; mi metto in mezza punta a piedi nudi davanti allo specchio con il mio scintillante e splendido minidress, mi faccio fare una foto da CJ per mandarla alla mia metà e riscontrare una conferma nell’acquisto.

Header_Campaign_4

sì o no?  chiedo

La risposta che mi arriva…?

Dovresti mettere un paio di tacchi.

reazione

Donne di tutto il mondo, unitevi e mostratemi la vostra solidarietà, ve ne prego…

N.

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lo Struzzavolo e la Regina Elisabetta

Caro lettore, oggi è lunedì, il che vuol dire solito bar e solita compagna di sventure.

Sfortunatamente oggi Alphie non ha dato il meglio di sè, non era poi così tanto allegro, è esploso solo quando una dignitosa signora e famiglia sono usciti dal locale,allora ha attaccato a dire “ciao…ciao…ciao…ciao” muovendo la manina come Her Majesty The Queen Elizabeth II poi si è calmato e la cosa è più o meno morta lì, spero che domani stia meglio, un personaggio del genere non può e non deve finire nell’ombra… sennò poi io e CJ la mattina cosa facciamo?

Il meglio è arrivato tra le 10 e le 12 del mattino durante la lezione di macroeconomia; devi sapere che la settimana scorsa sono stata abbordata da un tipo parecchio old-fashioned, di quelli che non è che di nerd hanno solo la montatura degli occhiali, no, hanno il gene espresso nella sua totalità e finiscono col farti anche un po’ tenerezza. Bene, io avendo narrato tutto ciò a CJ non ho mancato di riferirle di un avvenimento unico, vicina all’old-fashioned, che cerca di intavolare un discorso con me mentre io cerco rapidamente con gli occhi qualche uscita laterale e stringo il pugno ad una maniglia anti-panico nella speranza di sentirmi meglio, guardo il suo smartphone e gli chiedo “Come mai questo screensaver?” (per la cronaca la foto di un disegno in bianco e nero di un libro)

*Rullo di tamburi, fiato alle trombe, suspance*

“Perchè mi chiamano il diavolo.

CJ ti prego dove sei? Ho bisogno di te in questo momento,ti prego, dimmi che l’hai sentito anche tu, non credo che riuscirò a non scoppiargli a ridere in faccia… A pensarci bene forse è meglio che tu non sia qui, non avrei mantenuto un’espressione decorosa altrimenti…

“Ah,davvero? E come mai?”

“Eh… è una lunga storia…”

No, ti prego, non lasciarmi così, parliamo dei tuoi problemi, tutti hanno bisogno di una spalla su cui piangere ogni tanto…

Al che oggi ho diligentemente indicato a CJ l’old-fashioned e lei ovviamente non ha esitato a tirare fuori le sue perle di saggezza…

“Ma non è un diavolo, al massimo sembra uno struzzo, guardalo, prendi uno struzzo, mettigli gli occhiali ed è lui, è pure ultrapiatto, se si mette dietro a quella ragazza non si vede… Ti rendi conto che riesce a sparire dietro ad una ragazza? Dovremmo comprare una Sim apposta, solo per fargli gli scherzi telefonici…”

Morale, ecco a voi lo Struzzavolo (mancano gli occhiali,ma fatevelo andare bene…)

N.

20080629183453!Struzzo

;

Contrassegnato da tag , , , , , , , , , , ,