Ma che bontà…

Immagine

Ok, lo ammetto, l’immagine è volutamente provocatoria e dopo cena forse addirittura esagerata per noi occidentali, quando l’ho aperta e mi sono resa conto di quanto fosse grande e dettagliata, beh, ho trattenuto il respiro…

Il problema però non è questo, avevo voglia di discutere con voi delle tante convenzioni sociali che ci permettono di inserirci nel nostro piccolo mondo e farci sentire parte di questo… quante volte ci è stato detto di stare composti a tavola, che la cena si fa tutti insieme nella dining room e che il divano è un tabù? tante, forse troppe… bene, come saprete, in Cina si mangia sì al tavolo ma su comodi cuscini, che poi si debba rimanere in ginocchio tutto il tempo questa è un’altra storia, non è il cibo che va portato alla bocca, ma è la bocca che si avvicina ad esso, inoltre quel risucchio della zuppa calda dal cucchiaio per il quale vostra madre, probabilmente vi ha squadrato anche se accadeva raramente e in maniera involontaria, fino a riuscire, con la sola forza dello sguardo, a farvi capire che vi stava mentalmente depennando dal testamento… beh, quello, sempre in Cina è un segno di gradimento verso il piatto che si sta consumando, sia questo una zuppa, della pasta o qualsiasi altra cosa…

Quante volte alla vista di un insetto si sentono voci da donzelle impaurite della serie ohpoveramecheschifotoglimelouccidiloschiaccialobrucialocheschifoSALVAMI!? Anche in questo caso tante, forse troppe, non so cosa costringa le donne dei nostri giorni a reagire così, è forse più femminile? Io con discrezione mi limito a scansarmi dal nemico per poi rinchiudermi in un antro e lì, discretamente, dare di matto. In un universo quanto mai vicino una sorpresa donna dai capelli corvini sorprendentemente lisci potrebbe reagire alla vista di un grillo con un “nontimuovereoggilomangioio!” o accontentarsi, se non avesse voglia di provare il brivido della caccia, di andare ad una bancarella di paese e rimpinzarsi con leccalecca al grillo o a diosolosaqualealtrabestia

La morale è che qualsiasi cosa facciate, comunque vi comportiate, per quanto possa essere inaccettabile qui, “rischierete” sempre di trovare in qualche angolo di mondo qualcuno che è d’accordo con voi; qualcuno che reputa sacri i polli di prateria piuttosto che le mucche, qualcuno che come animale da compagnia non si immaginerebbe mai un cane, qualcuno che ad un ipotetico rutto a tavola sarebbe felicissimo di proporvi il bis, qualcuno che i vostri shorts non li può soffrire, qualcuno che trova le cicatrici un segno di bellezza e non capirà mai perché qui le donne si ostinino a coprire il seno, qualcuno che insomma, di quello che pensa il mondo occidentale se ne frega sgranocchiando scarafaggi caramellati…

La prossima volta risucchiate la zuppa o mettete i piedi sul tavolo, da qualche parte qualcuno starà tifando per voi… Ma attenti a non esagerare…!

N.

Annunci
Contrassegnato da tag , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: